Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Tu sei qui: Home Notizie Regione Emilia-Romagna Nuovi ticket sanitari, precisazioni sull'autocertificazione
Sections

Nuovi ticket sanitari, precisazioni sull'autocertificazione

< Regione Emilia-Romagna> , 15 settembre 2011

Per facilitare i cittadini nelle procedure di autocertificazione, è stata prorogata fino all'1 ottobre la possibilità di consegnare entro 60 giorni dalla erogazione di visite ed esami, e dal ritiro di farmaci con ricetta del Servizio sanitario, l’autocertificazione della propria fascia di reddito lordo. Questa e altre precisazioni nella circolare 14bis/2011 inviata alle Aziende sanitarie.

Nuovi ticket sanitari, precisazioni sull'autocertificazione

la copertina di uno dei due opuscoli informativi

Bologna - Prorogata fino al 1° ottobre la possibilità di consegnare entro 60 giorni dalla erogazione di visite ed esami, e dal ritiro di farmaci con ricetta del Servizio sanitario, l’autocertificazione della propria fascia di reddito lordo del nucleo fiscale di appartenenza. 
La precisazione è contenuta in una circolare inviata oggi dall’assessore alle politiche per la salute Carlo Lusenti a tutte le Aziende sanitarie, dove viene ribadito che l’autocertificazione - necessaria per definire l’ammontare esatto del ticket da pagare rispetto alla fascia di reddito di appartenenza - deve essere presentata solo dalle persone non esenti totali. 

Dopo il 1° ottobre, è precisato ancora nella circolare, è invece obbligatorio, per tutti coloro che non sono esenti totali, presentare la propria autocertificazione al momento della prenotazione delle prestazioni o al ritiro dei farmaci in farmacia; in caso contrario viene assegnata la quota massima di ticket prevista. Dunque, da questa data, basta avere l’autocertificazione al momento del bisogno, cioè al momento della prenotazione di visite o esami o alla presentazione della ricetta di prescrizione di medicinali al farmacista.
La circolare specifica anche un aspetto relativo alla presentazione dell’autocertificazione dei figli minori di coppie separate e di coppie di fatto (non coniugate): essa spetta al genitore che ha il figlio integralmente a carico o, nel caso in cui il figlio sia a carico di entrambi, al genitore individuato di comune accordo.

Per informazioni sulle fasce di reddito lordo del nucleo familiare fiscale, su dove andare per assistenza alla compilazione del modulo di autocertificazione e su dove consegnarlo è possibile telefonare al numero verde gratuito del Servizio sanitario regionale 800 033 033 (dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 17,30, il sabato dalle ore 8,30 alle ore 13,30 o consultare il portale Saluter:

Nuovi ticket per farmaci, visite ed esami specialistici

Circolare 14bis del 15 settembre 2011: "Ulteriori indicazioni concernenti l'applicazione della Dgr 1190/2011, in applicazione dell'articolo 17 comma della legge 15 luglio 2011, in materia di compartecipazione alle prestazioni di assistenza sanitaria"  

I provvedimenti futuri

Come ha ribadito, in più occasioni, l’assessore alle politiche per la salute Carlo Lusenti, nella applicazione dei nuovi ticket imposti dal Governo, la Regione ha scelto di tutelare i cittadini più deboli confermando tutte le esenzioni esistenti e modulando l’incremento del ticket a seconda del reddito, una modalità certamente più equa di quella prevista dal Governo (10 euro per ogni prescrizione a tutti, indipendentemente dal reddito). Ma, nei tempi imposti, non è stato possibile trovare soluzioni diverse da quanto previsto dalla legislazione nazionale sui ticket, e cioè l’utilizzo del reddito lordo del nucleo familiare fiscale per determinare la fascia di reddito di appartenenza.
Ora, nei tempi strettamente necessari, l’intenzione è quella di identificare uno strumento, a partire dall’Isee, che garantisca ancora maggiore equità e che tenga conto, prima di tutto, della numerosità del nucleo familiare. 

Azioni sul documento
Strumenti personali