Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Tu sei qui: Home Notizie Azienda Usl Parma Visite straordinarie INPS: più servizi Ausl per gli invalidi
Sections

Visite straordinarie INPS: più servizi Ausl per gli invalidi

< Azienda Usl Parma> , 4 febbraio 2011

Nuovi percorsi dedicati di sostegno insieme a Istituzioni e Associazioni

Visite straordinarie INPS: più servizi Ausl per gli invalidi

l'opuscolo

L’INPS ha avviato un piano di verifiche straordinarie a campione nei confronti dei titolari di benefici economici d’invalidità civile, in applicazione alla legge n. 122/2010. A parte poche eccezioni, questi controlli riguardano in prevalenza persone invalide di età compresa tra i  18 e i 67 anni.

Solo negli anni 2007, 2008 e 2009, in provincia di Parma le persone riconosciute invalide al 100% con accompagnamento sono state complessivamente 13228.

Il piano di verifiche dell’INPS implica una serie di obblighi da parte dei soggetti sottoposti a verifica. Al fine di garantire alle persone con invalidità e loro famiglie il necessario supporto, per consentire loro di affrontare con il minor disagio possibile le nuove disposizioni di legge, l’Azienda USL di Parma ha istituito un servizio dedicato, presente in ognuno dei quattro Distretti, in collaborazione con le Associazioni di volontariato locale ANMIC, Fa.Ce., Associazione Bambini e Autismo Onlus, Anfass, i Comuni capo-distretto di Parma, Fidenza, Langhirano,  Borgo Val di Taro e la Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria. E’ stato, inoltre, realizzato un pratico opuscolo con tutte le informazioni sul nuovo servizio.


LA RICHIESTA DI DOCUMENTAZIONE SANITARIA

Le persone selezionate a campione per la verifica straordinaria riceveranno dall’INPS una lettera raccomandata, con invito a far pervenire, entro 15 giorni dalla data di ricezione, al Centro Medico-Legale INPS indicato nella comunicazione, la documentazione posseduta, utile per una preventiva valutazione dello stato invalidante, al fine anche di escludere, se possibile, l’accertamento medico diretto. È bene ricordare che per agevolare i cittadini, l’INPS ha assicurato di accettare anche la documentazione pervenuta dopo i termini sopraindicati.

Ricevuta la lettera è  quindi necessario reperire tutta la documentazione, tenendo presente che la Commissione di verifica potrebbe ritenere non sufficiente il certificato di invalidità rilasciato dall’Ausl al momento del riconoscimento dell’invalidità. È quindi molto importante essere in possesso di documentazione aggiornata che contenga, ad esempio, la certificazione della diagnosi, il grado di insufficienza mentale o il grado di difficoltà/impossibilità a deambulare, con conseguente impossibilità a compiere e/o a pianificare gli “atti quotidiani della vita”.

DOVE RIVOLGERSI QUANDO SI RICEVE LA LETTERA DELL’INPS

Una volta ricevuta la raccomandata dall’INPS, è possibile rivolgersi al Servizio informativo e di supporto presente in ognuno dei 4 Distretti, a Parma, Langhirano, Fidenza e Borgo Val di Taro. Questo Servizio è stato appositamente istituito dall’Azienda Usl di Parma, in collaborazione con l’INPS e le Associazioni di volontariato.

In base al Distretto di residenza, questi i riferimenti del Servizio: 

Distretto di Parma,tel. 0521/396451-452

Distretto Sud-Est, tel. 0521/865301

Distretto di Fidenza, tel. 0524/515740-731

Distretto Valli Taro e Ceno, tel. 0525/970336

 

IL CASE-MANAGER

A supporto degli invalidi chiamati a verifica e delle loro famiglie, è previsto inoltre l’intervento di un operatore dedicato, chiamato case-manager, con il compito di pianificare il percorso utile a recuperare la documentazione necessaria, organizzando, per esempio, gli accessi all’assistenza specialistica senza la necessità di rivolgersi al CUP, interagendo con il Medico di Medicina Generale e provvedendo ad inoltrare copia dei referti all’INPS. Il servizio garantisce dunque una presa in carico completa per offrire assistenza qualificata ai cittadini.

Questi i riferimenti dei case-manager nei Distretti:

Distretto di Parma, Polo sanitario Parma Centro, v.le Basetti, 8 - Parma

Distretto Sud-Est, Polo socio-sanitario di Langhirano, via Roma, 42/1- Langhirano

Distretto di Fidenza, Ospedale di Vaio, via Tincati, 5 - Vaio, Fidenza

Distretto Valli Taro e Ceno, Ospedale “Santa Maria”,  via Benefattori, 12 - Borgo Val di Taro

Azioni sul documento
Strumenti personali